Credo che al giorno d’oggi, dato che la corsa al rialzo dei carburanti non accenna a interruzioni, tutti di noi si sono chiesti almeno una volta: Come posso consumare meno carburante?

Pensate che senza le tasse, il prezzo della benzina oggi oscillerebbe dai 0,40 ai 0,60 centesimi.

Vediamo insieme cosa possiamo fare per consumare meno carburante.  Cercheremo di darvi qualche consiglio, 10 per l’esattezza, per ridurre il consumo della vostra auto.

I NOSTRI 10 CONSIGLI

1. Evitate le brusche accelerazioni

Sappiamo tutti che la guida sportiva è divertente, ma comporta un maggiore consumo di combustibile (sia benzina che gasolio) perché obbliga il motore a risposte pronte e prestazioni più elevate. Una guida moderata e regolare fa risparmiare parecchio carburante

2. Moderate la velocità di crociera

Una volta ridotte le accelerazioni e raggiunta una velocità costante, anche la velocità media in chilometri orari influirà sul consumo di benzina.

Tenete presente che se percorrete un tratto di autostrada a 90 km/h invece di 120, vi farà risparmiare carburante. Se la velocità è elevata aumentano le resistenze aerodinamiche del veicolo e quindi il consumo.

3. Spegnete il motore durante le soste prolungate

Credo che questo sia ovvio, spegnere il motore durante una sosta, in generale nelle fermate di mezzo minuto o più, aiuta il risparmio di carburante.

4. Attenzione al climatizzatore

L’uso dell’aria condizionata in auto comporta il consumo di un piccolo surplus di energia. Per funzionare infatti viene prelevata l’energia elettrica prodotta a bordo dal motore.

Consigliamo, quando raggiungete la temperatura desiderata, di spegnere l’impianto di riscaldamento/raffreddamento.

5. Chiudete i finestrini

Con i finestrini aperti si avrà una maggiore resistenza aerodinamica all’avanzamento del veicolo, dunque più consumo. Chiudendoli migliorerà l’aerodinamica.

6. Controllate la pressione degli pneumatici

Le gomme sgonfie portano la gomma ad avere più contatto con la superficie della strada. Durante il rotolamento, quindi, la ruota determinerà una maggiore resistenza.

7. Non andate “su di giri”

Meglio inserire una marcia più alta anziché “tirare” il motore con una marcia più bassa. A regimi più alti peggiora il rendimento meccanico del motore, meglio mantenersi nel campo dei regimi medio bassi.

8. Rinunciate ai carichi superflui

Appesantire l’automobile con più passeggeri è un conto (meglio riempire una macchina sola che utilizzarne due), trasformare il bagagliaio in un ripostiglio di oggetti che non vengono usati è un altro.

Durante l’accelerazione per esempio, un veicolo a pieno carico consuma di più perché si richiede al motore un’elevata prestazione, mentre poco cambia a velocità costante.

9. Ibrido è meglio

L’uso di veicoli ibridi di vario genere, che prevedano un motore elettrico oltre a quello a combustione interna, è una buona scelta nell’ottica del risparmio di carburante.

Il motore elettrico si comporta sia come motore vero e proprio, lavorando in parallelo con il motore a combustione termico, sia come generatore di corrente.

In tal caso è in grado di effettuare la cosiddetta frenata rigenerativa, rallentando il veicolo e convertendo la sua energia cinetica in elettricità, che può poi essere riutilizzata a bordo. Il motore elettrico si comporta cioè come generatore, pensate per esempio alla dinamo delle biciclette.

Questo sistema consente una riduzione di consumi che va dal 5 all’8%.

10. Lasciate l’auto in garage

Sembrerà scontato, ma il risparmio maggiore si ha rinunciando alle quattro ruote a favore di una camminata, di un giro in bici o in metropolitana.

Ridurre l’uso del veicolo è il consiglio migliore che possiamo dare e senza dubbio la via di risparmio più efficace. Ciò che fa meglio all’ambiente e a voi stessi, in altre parole, gratifica anche il nostro portafogli.

E voi, avete qualche consiglio da suggerire per risparmiare carburante?

Fatecelo sapere con un commento.